Who is a Lashmaker?

lashmaker extension ciglia
Lashmaker. Who is this?

Negli ultimi anni sentiamo spesso questa parola, alcuni la tengono come secondo nome, altri addirittura come cognome, ma in verità, è il nome di una professione.

Vediamo in cosa consiste. Iniziamo con un una banale analisi della parola. Analizzandola  attentamente noteremo che questa parola è composta da 2 parti :” lash “che in inglese vuol dire ciglia ( al singolare), e “maker” sempre in inglese che ha più significati : creatore, chi fa, fabbricante,etc. Di conseguenza il lashmaker è colui che fa (crea) le ciglia. Infatti  tante altre professioni in inglese vengono chiamate grazie alla parola “maker”, esempio : book-maker ( Allibratore), Cabinet maker (Falegname), Chocolate maker (Cioccolataio), Make-Up artist (non penso che abbia bisogno di tradizioni), etc. Tra l’altro come vediamo dagli esempi precedenti,  le due parole sono composte e si scrivono separate o con trattino in mezzo, a differenza di lashmaker che oramai viene scritto insieme.

Nonostante la semplice traduzione della parola non è semplice il lavoro del lashmaker !

Un bravo lashmaker non è soltanto una persona che fa le ciglia! Non esiste una strada uguale per tutti! Tanti iniziano per caso, alcuni trovano la passione, qualcun altro prima faceva un altro lavoro e ha iniziato facendo da assistente a qualche grande maestro. Un bravo lashmaker sa fare un sacco di cose:

-essere designer dello sguardo (riconoscere le forme del viso e dell’ occhio, applicare gli effetti adatti all’occhio)

– conoscere l’anatomia dell’ arcata cigliare e sopraccigliare per non sovraccaricare la base naturale, e sopratutto non danneggiarla

– in parte essere anche dottore per riconoscere (non curare) le più semplici malattie

– essere “psicologo” per i nostri clienti (si si proprio così)

– saper creare un sopracciglio adatto allo sguardo di ogni persona

– conoscere diverse tecniche di applicazione ( one to one, 2D, 3D, russian volume)

-saper consigliare i cosmetici e il trucco adatto

– essere un Make Up artist

– sapersi distinguere

Ma non è tutto perché analizzando a fondo questa professione c’è tanto altro da approfondire

– conoscere programmi di editing delle foto ( es. fotoshop)

– possedere una  macchina fotografica professionale

– sapersi districare nel marketing

Aggiungete voi quello che manca! Non ci sono delle regole precise per intraprendere questa strada, ma una cosa è certa: per iniziare ci vuole tanta passione, pazienza e umiltà, e visto che parliamo di un campo molto competitivo e abbastanza giovane, anche una buona dose di coraggio e ambizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 commenti su “Who is a Lashmaker?”