Struttura e porosità delle ciglia. Best Practice per Lamimaker

Quanto spesso ti capita di avere dubbi durante la scelta dei tempi di posa delle sostanze per il trattamento InLei® Lash Filler? Quante volte hai il dubbio che il tempo di esposizione sia troppo elevato oppure non sufficiente?

Oggi chiariamo un po’ le idee su questo argomento. Per capire come avvengono le reazioni
chimiche della permanente o della tintura, bisogna osservare due fattori principali:

  • struttura del pelo
  • porosità del pelo

POROSITÀ DEL PELO: COSA È E COME RICONOSCERLA

Innanzitutto l’aspetto lucido / opaco del pelo dipende dalla sua porosità. La porosità è la capacità del pelo di assorbire l’umidità e può essere bassa, media o alta.
Per capire a quale categoria appartiene il pelo che stai trattando devi osservare la cuticola. Non sarà semplice se non hai un microscopio a portata di mano, quindi devi basarti sulla capacità di assorbimento.

Ecco cosa avviene a seconda della tipologia di pelo:

Bassa porosità (= bassa capacità di assorbimento) – le
“scaglie” della cuticola aderiscono molto bene ed il pelo risulta molto lucido, come i capelli delle pubblicità. Per i prodotti chimici è molto difficile penetrare all’interno di questi peli, quindi i tempi di esposizione aumentano sia per la permanente che per la tintura.

Media porosità – la maggior parte dei peli. Quando le scaglie della cuticola sono leggermente sollevate e sottili, oppure gli strati cuticolari sono pochi per via dell’etnia. Questi peli generalmente sono molto ubbidienti (semplici da trattare).

Alta porosità (= alta capacità d’assorbimento) – quando le scaglie della cuticola sono sollevate (deboli) oppure traspiranti. Questo non permette all’umidità di fermarsi a lungo, quindi ad ogni occasione il pelo cerca di assorbire il più possibile. Questo pelo risulta visibilmente fragile e spento (di solito si tratta di un pelo che è stato trattato male e danneggiato) ma ricorda che anche una buona parte dei peli ricci ha alta porosità! Durante l’assorbimento della permanente (Form 1) noterai che questo pelo “mangia” letteralmente la soluzione (che da bianco intenso diventa bianco trasparente lattiginoso).

PER RIASSUMERE:
→ pelo lucido = bassa porosità = lasciare in posa più tempo
→ pelo opaco = alta porosità = lasciare in posa le sostanze per meno tempo perchè vengono
assorbite molto velocemente

STRUTTURA DELLE CIGLIA

Partendo dalla porosità possiamo anche analizzare l’elasticità, perché dipendono una dall’altra. La capacità di mantenere l’umidità, infatti, assicura che la cheratina rimanga elastica, soprattutto all’attaccatura dei peli.

Dividiamo anche qui le casistiche in tre categorie:


Pelo morbido – spesso questa tipologia è molto ubbidiente durante la stesura sul bigodino, ma a volte può diventare ribelle: in alcuni casi il pelo è talmente morbido e ubbidiente che crea delle “onde” molto difficili da raddrizzare. In generale, questi peli scappano raramente dal bigodino quando la prima soluzione (permanente) è in posa.

Pelo medio – è un pelo ubbidiente, si stende sul bigodino senza problemi e di solito rientra nella media porosità. A volte durante il tempo di posa della prima soluzione qualche pelo può scappare. Attenzione, in questi casi vanno rimessi in posizione con il metodo “ragnatela”.

Pelo rigido e ispido – questa tipologia di pelo che mostra tantissima resistenza alla “piega sul bigodino” e dobbiamo utilizzare molta colla per tenerlo a bada. Spesso lo chiamiamo “vetroso” (come se fosse fatto di vetro) perché a volte ha anche una bassa porosità e quindi è molto lucido. Se non metti abbastanza colla molti scapperanno durante il tempo di posa del Form 1.


RICORDA – Tutto questo non riguarda il diametro del pelo: peli finissimi possono essere molto rigidi e peli grossi possono essere molto morbidi.

TEMPI DI POSA DELLA PERMANENTE CIGLIA InLei® FORM 1

Ecco una tabella con i tempi di esposizione consigliati, come puoi vedere è stata creata
prendendo in considerazione entrambi i fattori che abbiamo visto: porosità e struttura del pelo. Non dimenticare che ci sono sempre delle eccezioni!

ECCEZIONI ALLA REGOLA

Pelo molto fine e poco poroso (Kazakistan) struttura
apparentemente morbida, in realtà risulta medio-rigido al tatto. Tempo medio: può variare dai 10 ai 14 minuti. Se ti fossi fermata alla sola analisi visiva avresti scelto 6 minuti!

Pelo molto fine e poco poroso (Kazakistan) struttura
morbida solo all’apparenza: spesso si ribella parecchio
durante la stesura sul bigodino.

Il pelo di molte ragazze rosse ha scarse capacità di
assorbimento (in foto una modella italiana). Sia in presenza di una struttura morbida sia con una rigida, il tempo di posa aumenta di un minuto rispetto alla tabella.

Pelo italiano: la struttura sembra morbida all’apparenza e al tatto, in realtà è molto ribelle durante la stesura. Alla luce della lampada si nota un “effetto vetro”, in effetti la sua superficie è piuttosto lucida (cuticole ben chiuse).
Probabilmente avresti scelto i tempi di una media struttura e porosità (9 min), in realta è un pelo medio-rigido / rigido con porosità bassa. Tempo medio: 13 minuti.

Ecco un esempio di pelo “vetroso”. La prima foto è stata
scattata dopo 1 minuto dalla stesura e la seconda dopo 11
minuti. Presta attenzione all’assorbimento: qui risulta
impercettibile, il pelo risponde lentamente.

MIGLIORA LA TUA TECNICA E DIVENTA UNA PROFESSIONISTA DI LASH FILLER

Al giorno d’oggi quello che conta veramente è essere “l’operatrice di fiducia”, quella che fa la differenza! Per raggiungere la popolarità nel settore delle ciglia è necessario lavorare con precisione e molta competenza: la cliente vede subito la differenza tra un trattamento mediocre ed uno eseguito a regola d’arte, così come nota il divario tra chi conosce il settore in modo approfondito e chi ne sa molto poco.


Non solo, delle carenze a livello tecnico e/o chimico sono un grande rischio! Un trattamento come la permanente alle ciglia può comportare diversi rischi se eseguito in modo scorretto. Un tempo di posa errato, ad esempio, può bruciare le ciglia della cliente così come un utilizzo scorretto di alcuni prodotti potrebbe causare una grave irritazione oculare.
Perchè rischiare? Se vuoi diventare una lamimaker di successo ti consigliamo di iscriverti al corso Lash Filler che si tiene nelle nostre Light Lashes Academy in tutta Italia! Scopri di più sul sito www.corsiextensionciglia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.