Permanente ai capelli VS Lash Lifting alle ciglia

     Approfondiamo l’evoluzione della permanente, dai capelli alle ciglia.  Pro e Contro.

Permanente ai capelli VS lash lifting alle ciglia

Da che mondo è mondo tutti sanno che le donne non sono mai contente 😉, chi ha i capelli ricci li vuole lisci, chi li ha lisci li vuole ricci, chi ha gli occhi chiari li vuole scuri e viceversa. Non è insoddisfazione la nostra ma è voglia di cambiare, di vederci ogni tanto diverse perché la monotonia ci annoia!
Vi siete mai chieste da quanto tempo la donna ha iniziato a voler cambiare forma ai propri capelli?

Dimostrazione della permanente ai capelli

Dalle mie ricerche ho scoperto che l’industria del “ricciolo” è nata all’incirca nell’anno 1905. È incredibile pensare che da ben 113 anni l’uomo sta studiando e progettando sempre metodi nuovi e all’avanguardia per trasformare la forma dei capelli o “peli” da lisci a ricci.

Con l’articolo che state per leggere vorrei raccontare l’evoluzione dei processi e delle sostanze utilizzate nel trattamento della permanente e delle differenze tra permanente ai capelli e alle ciglia.

Spulciando nella storia della nascita della permanente ho scoperto cose incredibili, basta guardare la foto qui a fianco e sfido chiunque a non sorridere… 😊
I parrucchieri del 1900 hanno ottenuto un lungo susseguirsi di successi con il trattamento di curvatura dei capelli eseguito con metodologie a dir poco bizzarre.
Inizialmente un certo Karl Nessler eseguiva la permanente chimica dei capelli che si effettuava in 5-10 ore con l’aiuto di lunghe aste metalliche riscaldate e con idrossido di sodio. Finita l’era dei bigodini di ferro riscaldati nascono diversi altri metodi con l’aiuto di elettricità e vapore e dall’anno 1931 si iniziò ad utilizzare bigodini molto più piccoli e sostanze caratterizzate dalla presenza di solfuri, con i quali la cliente andava a casa a dormire e venivano poi rimossi solo il giorno successivo.

Applicazione bigodini

Solo agli inizi degli anni ’70 finalmente nasce la cosiddetta “permanente a freddo” della cui complessa evoluzione godiamo anche noi al giorno d’oggi, certamente con sostanze molto più delicate di allora.
Procediamo ora a lunghi passi verso i nostri anni 2000 dove, almeno qui in Italia, si inizia a sentir parlare per la prima volta anche di permanente alle ciglia.
Personalmente, il primo servizio di permanente alle ciglia l’ho provato in Ucraina 16 anni fa, non sono stata in grado di trovare documentazione riguardante la nascita della procedura alle ciglia ma la sua esistenza in Italia sicuramente è recente rispetto ai paesi dell’est.

Dopo un lungo processo di modifiche della permanente ai capelli, l’umanità, ma sicuramente una pazza donna innamorata delle ciglia curve, ha iniziato a domandarsi se poteva essere fattibile effettuare una permanente arricciante anche alle ciglia. Essendo che mi reputo l’erede di quella donna, pazza per ciglia strepitose, ho iniziato a studiare approfonditamente il campo della lash lift da ormai parecchi anni e con le conoscenze acquisite e l’esperienza ottenuta posso già con sicurezza affermare e/o contraddire parecchie credenze popolari.

Ovviamente, in genere, ai professionisti e al cliente finale interessa sapere con estrema certezza se il trattamento di permanente alle ciglia ha controindicazioni simili alla permanente per capelli.
Proprio per questo motivo ho voluto creare una tabella molto chiara e precisa che descrive vantaggi o controindicazioni di questi trattamenti.

 

Effetti collaterali della permanente per i capelli.

 

Effetti collaterali/benefici
della permanente per le ciglia, laminazione ciglia,
Lash Filler.

1. GRAVIDANZA

È sconsigliata in gravidanza! Si sostiene che gli agenti delle sostante penetrano nell’organismo attraverso il sangue e potrebbero provocare danni al bambino.

 

 

1.GRAVIDANZA

Non è così nocivo come la permanente ai capelli, anche dal punto di vista della respirazione. Sulle ciglia vengono utilizzate quantità veramente minime. In ogni caso non è consigliato durante la gravidanza in quanto il PH dell’organismo si modifica e in alcuni casi la curvatura non prende, può cioè non avvenire.

2. CAPELLO NATURALE

Anche in situazioni normali bisogna valutare molto bene lo stato dei capelli prima di consigliare una permanete alla cliente.In caso di capelli molto sottili o deboli si sconsiglia assolutamente in quanto si rischia di danneggiarli in modo irrecuperabile o addirittura di bruciarli.

 

 

 

 

 

 

 

2. CIGLIA NATURALI

Si può effettuare anche su peli corti e/o sottili. La vita del pelo si aggira intorno ai 100 giorni, a differenza del capello che vive all’incirca 1000 giorni. Il risultato è incurvante e non danneggia le ciglia.
Per la posizione del pelo: curvando il pelo con la permanente questo acquista memoria della posizione pertanto nel tempo la radice inizierà in maniera autonoma a crescere con un’inclinazione differente che renderà il pelo più curvo.
Per nutrimento: se viene eseguita una semplice permanente alle ciglia, l’olio finale ripristina la normale attività; se viene eseguita la laminazione o il Lash Filler, in questo caso nutriamo, ispessiamo, ripristiniamo la struttura interna, influiamo sul bulbo delle ciglia aumentando la proliferazione dei cheratinociti.

3. ALLERGIE

Per tutti i soggetti di allergie, soprattutto cutanee è vivamente consigliata l’effettuazione di un pach test prima del trattamento di permanente ai capelli.
In alcuni casi infatti posso manifestarsi effetti collaterali, tra i più comuni troviamo: alopecia, prurito e forfora.

 

3. ALLERGIE

Un pach test va effettuato in tutti i casi, soprattutto per la colla idrosolubile, la sostanza N1 (permanente) e per la tintura (se viene utilizzata).
Anche in questo caso è controindicato il trattamento della permanente per chi ha allergie cutanee, dermatiti, infiammazioni in corso… specialmente se sulla pelle del viso e/o contorno occhi.

4. TRATTAMENTI

È sconsigliata la permanente per chi usa quotidianamente prodotti rigeneranti, olii, maschere nutritive, tinture o decolorazioni, hennè sui capelli, ecc. Tutte queste sostanze hanno la capacità di permanere nel capello influendo negativamente al processo di permanente, pertanto possono rendere il risultato della permanente imprevedibile.

 

4. TRATTAMENTI

Il pelo, a differenza del capello, non ha grosse capacità d’assorbimento nei confronti di sostanze cosmetiche ad esclusione dei casi in cui si utilizzano sostanze chimiche come nel caso della tintura, per esempio.
Di conseguenza possiamo comunque effettuare il trattamento curvante Lash Lift o inspessente Lash Filler anche quando si utilizzano quotidianamente prodotti cosmetici sulle ciglia.

5. COLORAZIONE

Dopo l’ultima colorazione dei capelli devono passare almeno 2 settimane prima di effettuare una permanete. C’è chi sostiene che con le tecnologie avanzate e le tinture delicate del giorno d’oggi si possa fare permanente e tintura dei capelli nello stesso momento ma io personalmente non rischierei).

 

5. COLORAZIONE

Si effettua nella stessa seduta colorazione e permanente o filler. Nel caso del Lash Filler, utilizzando la sua tintura apposita per le ciglia, il colorante aiuta nel processo chimico a far penetrare il filler nel pelo, legandosi correttamente alle molecole di cheratina. Si consiglia sempre di utilizzare ossidanti adeguati, permessi dal regolamento europeo, con non più del 2% di perossido d’idrogeno.

6. FARMACI

L’assunzione di medicinali o in periodi di malattia è meglio evitare appuntamenti dal parrucchiere poiché le medicine possono influire negativamente sulla buona riuscita del trattamento.

6.FARMACI

L’assunzione di medicinali o in periodi di malattia è meglio evitare appuntamenti dalla lashstylist poiché le medicine possono influire negativamente sulla buona riuscita del trattamento.

7. UMORE

Una piccola parentesi: anche un cattivo umore oppure un forte stato di stress può influire negativamente sul trattamento chimico della permanente. Quindi è sempre meglio visitare il parrucchiere quando si è felici).

 

7. UMORE

Anche quando si parla di ciglia lo stress, l’ansia o un cattivo umore possono influire in modo negativo sul processo chimico. Naturalmente non è ancora stato affermato scientificamente ma io spesso ho avuto prova reale di questa affermazione.

8. MALATTIE GRAVI di qualsiasi genere:

– in fase di trattamento con chemioterapia i peli di tutto il corpo, come i capelli, subiscono l’effetto dei farmaci tossici e il bulbo pilifero con il tempo riduce il suo diametro fino a fuoriuscire dalla propria sede, causando la caduta dei capelli. Pertanto si ritiene controproducente e inutile sollecitare ulteriormente i capelli e la cute con altre sostanze chimiche.

8. MALATTIE GRAVI di qualsiasi genere:

Si consiglia vivamente di non effettuare il trattamento su soggetti con:
– diabete avanzato
– claustrofobia
– epilessia
– chemioterapia in corso

 

 

 

Ma avete letto nell’articolo e anche in tabella la parola filler e vi siete domandati: «Che sarà mai???».

È arrivato quindi il momento di parlarvi della rivoluzione della parmanente e sono così fiera di essere entrata a far parte della storia di questo trattamento con la creazione di prodotti davvero innovativi ed eccezionali.
Lash Lift e Lash Filler sono i trattamenti composti dai prodotti della linea InLei®, interamente di produzione italiana, con ingredienti di altissima qualità che rispettano la normativa europea e garantiscono un effetto finale al 100%.

Lash Lift è CONSIGLIATO per tutti coloro che vogliono evidenziare il proprio sguardo, sollevare le ciglia che crescono all’ingiù, ordinare le ciglia intrecciate e disordinate. Con il trattamento “Lash Lift” possiamo dimenticarci il piegaciglia meccanico o elettrico!
Per prolungare l’effetto del trattamento ci avvaliamo della terza sostanza della permanente che è essenzialmente un olio emolliente che definisce il processo di curvatura, chiude le squame del pelo e protegge dalla penetrazione di umidità o raggi UV nelle successive 24 ore, tempo determinante per “sigillare” la curvatura nel pelo.

Il Lash Filler è l’ultima tendenza, l’evoluzione di tutti i trattamenti curativi di questi ultimi anni come: laminazione, botox, collagene, cheratina. La rivoluzione è data dall’ottima e stabile curvatura delle ciglia e dalla carica rivitalizzante del Filler3 che raggiunge il bulbo pilifero ed è in grado di inspessire il pelo del 24% in soli tre trattamenti. È CONSIGLIATO per chiunque vuole prendersi cura delle proprie ciglia naturali, renderle meno fragili, più spesse, più lucide e vitali e naturalmente donandogli la curvatura desiderata.

Naturalmente è inutile specificare che si ottengono risultati ottimi e sicuri dal punto di vista della curvatura e della salute del pelo solo quando si utilizzano prodotti di altissima qualità e quando il trattamento viene eseguito da mani competenti ed esperte. Non affidatevi mai ad operatrici improvvisate o che utilizzano prodotti scarsi o di dubbia provenienza!

Lait e la buona riuscita del trattamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.